Month: gennaio 2017

la figura del dog sitter: qual’è e la sua importanza.

Oggi  nelle nostre città ci sono sempre più cani, ma abbiamo meno tempo per occuparcene e per stare con loro in quanto gli impegni della vita moderna ci tengono occupati per la gran parte della giornata. Un cane che fa una vita “normale” dovrebbe fare in media, durante tutta la giornata, almeno 4 ore di attività che includono sia le esigenze primarie come mangiare che attività più come giocare e fare passeggiate.

Durante la settimana non sempre si ha abbastanza tempo per soddisfare i bisogni del proprio amico e quindi ci si fa aiutare da un dog sitter, cioè una persona che si occuperà del cane in vostra assenza. Non ci sono delle vere e proprie regole e spesso ai proprietari basta che il cane venga portato fuori a fare i bisogni in modo che non li faccia in casa, e quindi guardano solo che vengano soddisfatti i bisogni primari del cane. Non essendoci regole sulla figura del dog sitter possiamo quindi averne diverse tipologie e quindi avere diversi servizi proposti e ovviamente diversi prezzi. Non fermiamoci però a guardare la quantità ( i dog sitter spesso calcolano il prezzo ad ore), ma anche la qualità del lavoro svolto.  Spesso i proprietari chiedono di far uscire il cane per un’ora, ma chiediamo sempre cosa viene fatta il quell’ora.

Essere portato un ‘ora al parco, con la persona al telefono in un posto non da nessun beneficio al cane in quanto si stuferà presto della situazione e sarà per lui come stare a casa. Informate il dog sitter su cosa piace al  cane, se gioca, se sta bene con altri cani, in modo che lui possa variare le attività durante il suo tempo. Un buon dog sitter è una persona che ha esperienza e ha studiato i cani in modo da poter offrire diverse attività oltre alla passeggiata come qualche gioco di attivazione mentale o piccola ricerca di cibo. Spesso si vedono foto come quella sotto con una persona con tanti cani insieme, ma controlliamo che i cani stiano veramente bene e non sembrino soldatini che camminano e basta. Va bene portare più cani insieme, ma bisogna gestirli tutti e soprattutto ognuno deve stare bene con gli altri e ricevere le stesse attenzioni. In quell’ora il vostro amico deve divertirsi e stare bene in presenza della persona che se ne occupa, questo vuol dire che deve fare tutte le attività che farebbe con voi.

I cani non parlano e non possono raccontarci cosa hanno fatto durante la giornata, ma se conosciamo bene il nostro cane possiamo vedere se riscontra dei benefici o no durante le uscite. Inoltre possiamo chiedere foto e video fatti mentre sono fuori e chiedete sempre ai dog sitter cosa hanno fatto. Ogni tot chiedete un colloquio, se non vedete la persona regolarmente, in modo da vedere le reazioni del cane in presenza del dog sitter. Se le attività sono positive il cane sarà festoso e mostrerà comportamenti positivi nei confronti della persona al contrario se il cane si atteggia negativamente vuol dire che c’è un problema. Ogni tanto poi aspettiamo il cane a casa per vedere anche la reazione al suo rientro.

Se abbiamo cani con bisogni particolari chiediamo anche aiuto ad un educatore per vedere cos’è meglio per lui. Ricordiamoci sempre che per fare stare bene il cane non basta farlo correre, ma dargli tutti gli stimoli e esperienze di cui ha bisogno. Questo anche nell’ora che passano insieme a quella che all’inizio è un estraneo, ma che poi deve diventare un compagno di avventure e uno zio o zia con cui stare bene.

La regola è non fermarsi a chiedere il prezzo ed il tempo che un dog sitter può offrivi, ma vedere se le attività che offre e come esse vengano svolte possano andare bene per il vostro cane. Io per esempio olre alla passeggiata propongo al cane diverse attività da fare tra cui il gioco e piccole ricerche di cibo, oppure semplicemente qualche coccola.

dog-sitter

Attività al campo da gennaio 2017.

Eccoci qua pronti per ricominciare con tante nuove attività!

.Le date sono:

29/01-Apprendimento e ricerca olfattiva in campo di oggetti e cibo.

12/2- Ricerca olfattiva in campo aumentando le difficoltà e tipologie  e introduzione al gioco.

26/02- Attivazione mentale con l’educatrice Ilenia Quagliato.

12/3- Ricerca olfattiva con piste

26/03_ introduzione alla gestione del cane al guinzaglio con passeggiata di gruppo finale.

Le attività avranno luogo al nostro campo ad Abbiategrasso dalle ore 14.00, per ogni giornata portarsi dietro dei bocconi come premi, giochi e tutto ciò che usate di solito col vostro cane. Maggiori informazioni verranno date prima della data. Sono ammessi tutti i cani di ogni età a partire dai due mesi, nelle aree comuni è necessario tenerli al guinzaglio.

Per prenotarsi scrivere una mail a martatreves@dogandcity.it

Vi aspettiamo numerosi!
Volantino retro

Visit Us On Facebook

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie e cliccando su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi